Sapete come trovare clienti sul web?
Scopriamo insieme come.

Web Marketing
Autore:

Scopriamo insieme come accrescere il nostro portfolio clienti utilizzando il web come supporto commerciale.

Da anni ormai è esploso il “Fenomeno Google”, anche se ormai è entrato a pieno diritto tra gli strumenti che di consueto usiamo, sapete come funziona? Proverò a spiegarvelo in poche righe.


Quando si parla di internet sentiamo ripetere le solite parole per noi prive di significato, o quantomeno di contesto, come indicizzazione, SEO, SEM, DEM, funnel marketing e social; i guru del marketing e i vari motivatori ci parlano di come aumentare la visibilità della nostra azienda e il nostro giro d’affari, il nostro business, in maniera esponenziale. Sembra sia diventato tutto così facile. Siamo inondati dalla televisione e dai media di testimonianze ed esperienze di persone che con un clic hanno cambiato la propria vita. Siamo rassegnati all’idea che ci sia un trucco per aver vita facile, ma sapendo che il raggiro è dietro l’angolo aspettiamo che siano prima gli altri a darci dimostrazione del fatto che funzioni.

È tutta una bufala o esiste davvero un metodo per fare soldi facilmente con internet?

Ovviamente è una bufala, arricchirsi facilmente e velocemente è per quei pochi eletti che hanno colto il cambiamento prima che avvenisse o che hanno avuto tanta fortuna. A noi poveri mortali consapevoli del fatto che non si può vivere sperando nella fortuna non resta che capire come gli ingranaggi di questo meccanismo funzionino e perseverare inseguendo un obiettivo, qualunque esso sia.
Senza dilungarci troppo cominciamo.

Solitamente l’errore più grave che compiono le aziende è quello di investire centinaia di migliaia, se non addirittura milioni, di euro nella creazione di un “prodotto fantastico,unico nel suo genere, primo della categoria” che il più delle volte è destinato a rimanere sugli scaffali, questo avviene perché si lavora ancora in maniera istintiva senza creare un progetto che oltre alle fasi produttive comprenda la disseminazione e la promozione del prodotto.

“Nel mio settore il passaparola ha ancora un valore”,“i miei clienti non cercano il mio prodotto/servizio sul web”, “c’è crisi, la gente non spende più come una volta” queste sono le scuse che spesso troviamo per giustificare la nostra pigrizia mentale, la nostra chiusura al cambiamento. Le cose sono cambiate, funzionano in maniera differente per restare al passo è indispensabile capirle e strutturarsi per sfruttarle. Da qui il secondo errore, forse più grave, “faccio un sito internet così vendo di più”. Sarebbe bellissimo se fosse così. Quello che vi serve è un progetto, tanto lavoro e tanto tempo.


Come strutturo un progetto per la mia azienda?

Partiamo dal capire cosa voglio vendere, come lo voglio vendere e a chi lo voglio vendere. Sembra scontato, ma è quello che molto spesso accade, molti imprenditori trascurano questo processo dandolo per scontato. Purtroppo per il solito discorso per cui non possiamo piacere a tutti diventa essenziale avere le idee chiare e prendere una direzione ben definita.
Stabilito ciò, dobbiamo darci un obiettivo di crescita verosimile che sia a breve e a lungo termine. Che sia un obiettivo di vendita, di visibilità, di brand o di contatto la fase successiva consiste nel saper riconoscere gli strumenti adeguati.

Quali sono questi strumenti?

Gli strumenti sui quali basare la nostra strategia sono innumerevoli e sicuramente si parte dalla creazione di un biglietto da visita virtuale con Google MyBusiness e di una scatola, in cui ordinare le informazioni della propria azienda per renderle appetibili al proprio pubblico, che prende il nome di Sito Internet, proprio cosi questi sono i primi passaggi da eseguire, sebbene venga naturale pensare che il social ricopra un ruolo essenziale vi posso assicurare che non è così e a breve vi spiegherò perché.

Creati questi primi due elementi, che mi piace identificare come il motore della nostra macchina, cominciamo a mettere la benzina.

A questo punto Google ci da la possibilità di sfruttare 4 binari essenziali:

SEO Search Engine Optimization, semplificando estremamente è la creazione di contenuti unici che parlino dei miei prodotti o dei miei servizi, solitamente segue un’attenta analisi dei mercati di riferimento, dei principali competitor e dei portali di settore per garantire una profilazione più elevata e il raggiungimento solo di utenti realmente interessati. È un’attività che ha bisogno dei suoi tempi, ma è anche quella che dura nel tempo accrescendo la nostra autorevolezza e le nostre possibilità di essere apprezzati da un pubblico,

SEA Search Engine Advertising, non è altro che la creazione di campagne a pagamento tramite vari strumenti Google per assicurarci una visibilità garantita. Ha dei tempi di ottimizzazione che variano tra le due e le tre settimane ed è molto dispendiosa, ma al contrario dell’attività SEO ci consente di arrivare a specifici gruppi di persone interessati alla nostra azienda, se strutturata una campagna intelligente ovviamente,

DEM Direct E-mail Marketing, è la creazione di campagne di promozione o fidelizzazione redazionale. Vanno considerati i tempi che intervallano l’invio delle mail e la comunicazione deve essere particolarmente interessante per non perdere l’attenzione prima che il messaggio venga veicolato o semplicemente per far sì che lasci il segno,

SOCIAL, ecco sul social vorrei spendere due parole in più per spiegare il ruolo che svolge in un progetto e la differenza con il motore di ricerca. Il social va interpretato come un amplificatore dell’immagine che ho sul motore di ricerca e come uno strumento per “bombardare” i miei seguaci con informazioni legate al brand. Si discosta dal motore di ricerca per due semplici motivi. Primo tra tutti il fatto che il social è un luogo dove socializzare e dove avere interazioni con i propri contatti, quindi poco adatto alla vendita e alla promozione, mentre il motore di ricerca è proprio quel luogo in cui posso frappormi tra l’utente e il suo bisogno. Da una parte creo un’azione per trovare clienti e dall’altra aspetto che sia il mio cliente tipo a trovarmi. Un’altra differenza sta nel fatto che il social ha delle policy totalmente differenti e se un domani una tematica, un prodotto o semplicemente una parola dovesse risultargli dannosa la cancellerebbe.


Definiti gli strumenti che impiegherai nella creazione del tuo progetto dovrai strutturare una strategia che corrisponda al budget a disposizione capendo come vuoi cominciare e cosa riterrai prioritario per costruire l’immagine della tua società.

I più visti